RADICAL MASTERS EUROSERIES
L'ultima prova del Campionato Europeo Radical Masters si è svolta nell'autodromo di Barcellona.

L'intero weekend è stato accompagnato da un meteo favorevole, con temperature primaverili e, per la prima volta quest'anno, la Radical SR8 RX del team tedesco LM Sport, non è state bagnata dalla pioggia.
Per Marco e Marcel il weekend è iniziato bene, con un ottimo lavoro di setup svolto nei test collettivi del giovedì. Purtroppo però, durante le prove del venerdì, si presentano alcuni problemi tecnici al cambio e successivamente alla frizione. I due piloti non sono preoccupati perchè, comunque, il giorno precedente, avevano raggiunto un buon setup.

Il sabato, in Q1, scende in pista Marcel: con gomme nuove la macchina è molto diversa, forse anche la pista risulta cambiata e quindi il setup scelto è lontano dell'ottimale. Inoltre il pilota svizzero, non riesce a trovare un giro senza traffico e ottiene solo la P12.

Nelle Q2 è Marco a cercare la pole position, ma anche per lui ci sono gli stessi problemi di setup e soprattutto di traffico e quindi si deve accontentare della P5.

In Gara 1 parte Marcel e recupera fino alla P7 ma la rimonta si conclude ancora prima del pit stop: alla curva 7 una vettura perde olio e la pista diventa estremamente scivolosa. Marcel e altre 3 auto non possono fare niente e finisco nella ghiaia della via di fuga, terminando così la corsa.

In Gara 2 è Marco ad affrontare la partenza ma, ancora prima del via, nel giro di schieramento, il differenziale della sua vettura si blocca. Chiaramente non c'è tempo per ripararlo e quindi il team tedesco LM Sport, non può fare altro che dare il via alla vettura e provare ad arrivare al traguardo. Con il differenziale bloccato la vettura risulta estremamente difficile da guidare e quindi la coppia italo-svizzera non può fare meglio della P5.

Con l'archiviazione dell'ultima gara, si inizia a fare i programmi per il 2014. Molte possibilità sono aperte in diversi campionati e con diverse macchine.
Marcel e Marco vorrebbero continuare a guidare vetture sport prototipo perché sono altamente prestazionali e divertenti, ma non escludono anche di correre con vetture GT.

Vedremo nelle prossime settimane quale decisione verrà presa.